INTERFERENCE  



Ispirandomi alle opere di Pirandello e Soldati, e soprattutto agli studi di Freud sull’inconscio, ho voluto rappresentare in forma pittorica il tema centrale nelle opere di questi tre grandi autori del Novecento, ossia l’inesistenza di una vera ed unica identità. 

Lapsus, dimenticanze e tic nervosi trattati ne Psicopatologia della vita quotidiana di Freud sono indizi che ci portano a capire meglio il nostro inconscio.

Come i buchi neri assorbiamo, risucchiamo e ci lasciamo contaminare da tutto ciò con cui veniamo a che fare; i buchi neri che ho rappresentato sono come voragini, caverne, fessure: un invito a guardare dentro le persone, perché siamo il risultato delle contaminazioni.

 

Ho cercato in queste opere di rappresentare i tic, il singolo momento, quando la realtà è disturbata, deviata e deformata da interferenze incontrollabili e la psiche appare nelle sue molteplici contaminazioni, sfaccettature e forme.